Tendenze Moda : Wet Look Che Cos'è?

Tendenze Moda : Wet Look Che Cos'è?
Anna Brancaccio

Anna Brancaccio

La definizione di wet look nel dizionario sta ad indicare una finitura lucida data ad alcuni materiali di abbigliamento e calzature, specialmente di plastica e pelle. 

Nato negli anni 60, il wet look è Pop, giocoso e coloratissimo. Rientra tra le più ripetute nella moda, si tratta di quello stile che ha generato nel corso degli anni molti seguaci. Ma come ogni stile che si rispetti, anche questa tendenza ha origini antiche, a partire dalle fanciulle alla corte dei faraoni egizi, passando  per le pizie greche, fino alla Primavera rinascimentale di Botticelli. Il wet Look è presente anche  nella cultura celtica e in quella orientale e durante La Rivoluzione Francese, quando le mogli dei Gerarchi del Direttorio uscivano di casa, estate o inverno, solo con le vesti accuratamente inzuppate.

La prima stilista ad aver ripescato e modernizzato  questo stile Effetto Bagnato  è stata Mary Quant negli anni 60 con la creazione di impermeabili in PVC, che diventarono subito un Trend alla moda e funzionale.

Mary Quant Wet Look

Fu nel ‘63 quando la Stilista  Mary Quant lanciò “ the wet Collection” all’hotel de Crillon a Parigi. La sua ispirazione viene presa all’Op Art dove i design della sua collezione combinano gli effetti dei motivi ottici con i movimenti di chi li indossa per creare illusioni cinetiche. La collezione ebbe così un gran successo che fece guadagnare alla stilista la sua prima copertina su Vogue British.

Inizialmente questi capi erano realizzati nelle classiche tonalità di nero e marrone, solo successivamente nuovi design furono creati nei colori accesi con cerniere, colletti e polsini a contrasto scatenando una grande popolarità tra designer emergenti e consumatori finali.. Questa collezione contribuì anche a soddisfare il desiderio di rendere i suoi vestiti disponibili al mercato più ampio possibile con prezzi accessibili alla maggior parte delle persone.

Il fascino che provava  Mary Quant  per lo stile spaziale e della plastica non si fermò solo agli impermeabili ma proseguì nella realizzazione  anche di  stivali da lavoro: la “Quant afoot” che ebbe però vita breve per via della sua scarsa funzionalità come la mancanza di isolamento della plastica nel freddo invernale e il caldo sudato generato dal materiale in estate.

Quant Afoot Wet Look

Il wet look oggi

Molti oggi sono gli stilisti che ricorrono a questa moda, ma non si fermano solo all’abbigliamento ma  danno libero sfogo alla loro fantasia con accessori ma soprattutto capigliature.

Sicuramente in molte sfilate abbiamo visto sulle passerelle modelle con capelli effetto totalmente bagnato come se fossero appena uscite dalla doccia. 

Il wet look di Versace

“Capelli effetto splash e labbra color aragosta” si tratta della sfilata di Versace nella Milano Fashion Week 2021. La sfilata è ispirata alle sirene "Versace Polis". Il tema dell’acqua domina anche il beauty look della sfilata. I capelli sono ultra wet, appiattiti e modellati sulla testa da uno styling firmato Paul Hanlon. Anche il make up crea l’effetto wet con effetti lucidi che fanno scintillare zigomi e palpebre.

Versace Wet Look

Dimitra Petsa concept

Un altra particolare stilista dei nostri giorni è Dimitra Petsa. Il suo concept concerne nel realizzare capi che celebrassero i fluidi corporei in tutte le loro forme. Il wet look per Petsa sono il suo biglietto da visita. I suoi abiti sono stati indossati da Gigi Hadid durante la gravidanza, Kylie Jenner. Tra i materiali maggiormente utilizzati è l’uso di elastici: un modo per garantire ai i suoi clienti di sentirsi sempre a posto"

 Cerco sempre di usare tessuti elastici dove posso, in modo che ci sia la sensazione che l’indumento segua il corpo invece che il corpo debba conformarsi all’indumento, se ingrassi o dimagrisci ti staranno comunque bene. 

 

Dimitra Petsa Wet Look

makersvalley.net

Parlaci di te

I trend nella moda sono fondamentali per un designer, ma la manifattura è ciò che conta per durare per sempre. Sei un produttore?

Scopri nuove opportunità di business

Commenti

La Storia Della Cravatta a Farfalla: Il Papillon

La Storia Della Cravatta a Farfalla: Il Papillon

Nuove Tendenze: La Moda Vegana e il suo ingresso nella Fashion Industry

Nuove Tendenze: La Moda Vegana e il suo ingresso nella Fashion Industry

Moda Cruelty Free: Di cosa si tratta e quali sono le certificazioni?

Moda Cruelty Free: Di cosa si tratta e quali sono le certificazioni?

Modelli di Moda Sostenibile: l’Upcycling

Modelli di Moda Sostenibile: l’Upcycling

Che Cos'è Il Punch  Needle?

Che Cos'è Il Punch Needle?

Modelli di Moda Sostenibile: Mercato dell’Usato e Second-hand Economy

Modelli di Moda Sostenibile: Mercato dell’Usato e Second-hand Economy

Un Gioiello Tra le Mani: Il Ricamo Lunéville

Un Gioiello Tra le Mani: Il Ricamo Lunéville

La Tecnica Del Capitonné

La Tecnica Del Capitonné

Modelli di Moda Sostenibile: tra Sharing Economy e Fashion Rental

Modelli di Moda Sostenibile: tra Sharing Economy e Fashion Rental

Diventa parte della nostra comunità di Produttori Italiani

Registrati