Moda Pret-a-Porter: Più Trendy, Redditizia, Economica da Produrre

pret a porter
Rocco Izzo

Rocco Izzo

Come nasce il pret-a-porter nel mondo della moda?

Alla fine degli anni Quaranta il termine pret-a-porter entrò di prepotenza in una nuova concezione di moda. Il termine nasce da una traduzione letterale della moda ready-to-wear americana.

Tale fenomeno dimostra l’influenza americana che iniziò a diffondersi in quegli anni, stravolgendo completamente la concezione che la moda appartenesse soltanto all’alta borghesia.




pret a porter

Con l’avvento della moda pret-a-porter si ha un passaggio netto da sartoria artigianale, con vestiti su misura, all’industrializzazione del tessile con la standardizzazione delle taglie che permette la produzione in serie di diversi modelli.

Il pret-a-porter nasce dall’esigenza di comprendere quelle che erano le necessità dei giovani a quell’epoca, in quanto desiderosi di avere un abbigliamento che risultasse più democratico e più libero in netta contrapposizione allo stile più aristocratico e barocco che in quei periodi dominava la scena.

La definizione di pret-a-porter: moda ready to wear

L’intenzione alla base del termine pret-a-porter era quello di:

  • Creare un tipo di abbigliamento accessibile economicamente a tutti;
  • Differenziare allo stesso tempo l’innovazione sul piano stilistico: per l’appunto “pronto per essere indossato”.

Il pret-a-porter: l’inizio dell’espansione nella moda

All’inizio, le grandi case di moda erano totalmente contrarie al pret-a-porter in quanto si distacca troppo dalla moda dell’alta borghesia francese. Il primo couturier a credere in questa nuova concezione fu Pierre Cardin che nel 1959 nei suoi negozi di Parigi lanciò la prima collezione di pret-a-porter e subito dopo, nel 1966, Yves Saint Laurent inaugurò Rive Gauche, la prima boutique pret-a-porter tutta al femminile.

pret a porter

Le case di moda hanno fatto fatica ad adattarsi a questo nuovo trend e un esempio sono i pantaloni, che hanno cominciato a produrre solo dopo che si erano ampiamente diffusi fra le donne nella cultura di massa.

Il successo del pret-a-porter e la sua affermazione nel settore, hanno portato ad una netta inversione per le grandi case di moda nel cercare di adattarsi alla nuova tendenza e trovare una reale connessione fra alta moda e pret-a-porter.

Molte case di moda hanno deciso di avvalersi di aziende secondarie che producono abbigliamento pret-a-porter in quanto altamente redditizio e poco costoso nella produzione.

pret a porter

Ad oggi si può dunque affermare che l’alta moda mantiene il suo status di lusso e inaccessibilità ma con questa scelta di marketing, di affidarsi anche a marchi secondari di pret-a-porter, è riuscita ad assicurarsi una fascia intermedia di pubblico con il conseguente aumento della notorietà del brand.

Commenti

I Rivetti dei Jeans : A Cosa Servono

I Rivetti dei Jeans : A Cosa Servono

Moda Hip Hop: Come Nasce

Moda Hip Hop: Come Nasce

Tendenze Moda: Il Poncho, l'Alternativa al Cappotto

Tendenze Moda: Il Poncho, l'Alternativa al Cappotto

Metti un Piumino Nella tua Vita: Scopri la Storia di Questo Capo di Abbigliamento

Metti un Piumino Nella tua Vita: Scopri la Storia di Questo Capo di Abbigliamento

Yuppies: Tra La Moda e Lo Stile di Vita

Yuppies: Tra La Moda e Lo Stile di Vita

Risvoltini Odio e Amore

Risvoltini Odio e Amore

Europei 2020 e PIL: Binomio Vincente per L'Italia

Europei 2020 e PIL: Binomio Vincente per L'Italia

Che Cos'è il Recovery Fund e Qual É Il Suo Ruolo nella Ripresa Economica Post-Covid | MakersValley Produttori

Recovery Fund e Ripresa Economica Post-Covid

L' Analisi SWOT: Che Cos'è e Perchè è Importante per un'Azienda

L' Analisi SWOT: Che Cos'è e Perchè è Importante per un'Azienda

Nuove Tendenze: La Moda Curvy | MakersValley Produttori Blog

Nuove Tendenze: La Moda Curvy

Diventa parte della nostra comunità di Produttori Italiani

Registrati