Marketing Digitale: Il Nuovo Volto Della Moda

Franca Gragnaniello

Franca Gragnaniello

Adattarsi e reinventarsi possiamo dire che sono state le parole più cliccate sul web in questo anno appena trascorso.Molte aziende per sopravvivere hanno dovuto rimettere in discussione le loro certezze e tutto il loro sapere imprenditoriale e lo hanno dovuto fare velocemente,in quanto c’era un Virus che stava minacciando la loro attività. A causa della crisi del COVID-19, i manager hanno dovuto reagire prontamente per ottimizzare la resilienza della propria azienda: ribilanciare il rischio e la liquidità e allo stesso tempo valutare le opportunità derivanti dalla crisi.

Sviluppare la tecnologia per rafforzarsi e crescere

Dall’Origine della specie di Charles Darwin emerge che:“a sopravvivere non è la specie più forte o la più intelligente, ma quella più predisposta al cambiamento”.

La terribile pandemia da Covid 19 è stata in alcuni casi fonte di cambiamenti dirompenti, in altri un acceleratore di tendenze già in atto.È stata e lo è tuttora un onda anomala che ci ha travolto, riuscire a cavalcarla può essere molto difficile ma non impossibile e può aprire a cambiamenti importanti .

Secondo SEMRush, la nota piattaforma di gestione della visibilità e di content marketing, con la pandemia molti italiani si sono improvvisamente trovati in una società digitale in cui si lavora, si fanno acquisti e ci si relaziona attraverso uno schermo. Per molti un sogno, per altri un incubo; altri ancora semplicemente finora non ci avevano pensato.

“Il digitale era già importante, oggi è diventato tutto.”

L'analisi fatta da SEMrush ha rivelato cambiamenti nel panorama dell'e-commerce e nei modelli di acquisto dei consumatori nel corso del 2020:

  • Le ricerche mensili di "acquista online" sono quasi raddoppiate nel primo mese della pandemia: ci sono state in tutte le categorie oltre 27.500 ricerche a marzo 2020 rispetto alle oltre 14.800 di febbraio 2020. Guardando la tendenza generale su base annua,queste ricerche sono aumentate a livello globale del 50%;
  • Le ricerche nel mondo di servizi di consegna di cibo a domicilio sono aumentate in media del 180%;
  • La crescita media del traffico su base annua per i siti di e-commerce nella prima metà del 2020 è stata di circa il 30%.

Durante il lockdown abbiamo visto molte aziende che in precedenza non vendevano online o avevano una presenza online limitata, rivolgersi a piattaforme che fornivano soluzioni rapide per la creazione di negozi online. Per fare un esempio a Marzo 2020, Shopify ha registrato un afflusso di oltre 7,3 milioni di visite al sito rispetto al mese precedente. E’ chiaro che per iniziare a digitalizzare la propria azienda non è una cosa così semplice, infatti aprire un negozio on line è solo una parte della sfida.Assicurarsi che attiri traffico qualificato, converta i visitatori in clienti e possa competere con la concorrenza è fondamentale per il suo successo.

E’ importante infatti prendere in considerazione alcune Aree Chiave:

  • Aumento del volume di traffico: i nuovi clienti hanno poco tempo e sono sempre più inclini agli acquisti on line
  • Ottimizzazione per le ricerche branded: aumentare la consapevolezza del marchio e gestire le ricerche branded può aiutare a competere con i grandi aggregatori;
  • Ottimizzazione del traffico a pagamento: assegnare budget a Google Ads e lanciare campagne pubblicitarie online efficienti può aumentare il riconoscimento del marchio e attirare i visitatori del sito, che successivamente spenderanno online o offline.(per saperne di più)

digital-marketing

Trasformare questa sfida in un nuovo cambiamento

Secondo Michele Mazza (docente di Marketing e new media presso l'università Federico II di Napoli),

“Oggi la rete è l’unica potenza comparabile con il virus per diffusione e velocità”,

In piena quarantena l’unico sistema a salvaguardare le relazioni umane e lavorative è stato Il digitale in cui tutti ci siamo ritrovati e attraverso cui tutti noi abbiamo riclassificato le nostre attività. Una dimensione quindi sempre più fondamentale per l’economia e la società. Di sicuro ciò che ci capiterà nei prossimi mesi non ha precedenti nell’ultimo secolo e ci farà muovere in terra incognita. Dobbiamo, tuttavia, metterci nell’ ottica di un nuovo stile di vita e nuovi modi di consumo che coinvolgeranno innumerevoli settori. Le azioni intraprese oggi possono avere un immediato impatto sulla sopravvivenza dell'azienda, sulla sua velocità di ripresa dalla crisi e sulla solidità finanziaria e sostenibilità nel lungo periodo.

Essere 4.0 ai tempi del Covid significa accettare una nuova sfida in cui le tecnologie digitali oltre a contribuire a creare efficienza e competitività, dovranno farlo in sicurezza e in uno scenario di grandissima incertezza

All’industria italiana spetta il compito di essere il motore della ripartenza, in un contesto in cui la trasformazione digitale diventa ancora più rilevante non solo per garantire i processi operativi, ma anche per dare nuova efficacia alle decisioni, accelerare la riconversione dei prodotti, monitorare e gestire i rischi. Le imprese che avevano investito in precedenza ne hanno tratto grande beneficio in questo periodo, ma questa è una occasione per tutte per compiere un passo avanti nel digitale”.

marketing-digitale-team

Ma siamo davvero tutti pronti?

Digital transformation, digitalizzazione aziendale, digital innovation… tante definizioni per un concetto chiaro e mirato.

Purtroppo,però, da uno studio fatto da Google ads, tra le PMI italiane solo il 34% ha un proprio sito internet e solo il 13% lo utilizza per fare ecommerce e in un periodo come questo chi non si digitalizza è destinato a soccombere. Attraverso Internet si può commerciare in tutto il mondo anche dal paese più piccolo e sconosciuto. Questo permette ai rivenditori di entrare in contatto con clienti che altrimenti non avrebbero potuto raggiungere, anche in città e paesi diversi e lontani.

La lentezza del processo di digitalizzazione delle imprese italiane rispetto ai maggiori partner europei in questo periodo non è più accettabile soprattutto se si ha consapevolezza che la pandemia Covid 19 ha comportato una modifica delle abitudini di consumo, pertanto risulta fondamentale investire nell’e-commerce per la sopravvivenza della propria azienda,

Conclusioni

Nel fashion (ma non solo) vale la legge “cambia o muori”.

I prossimi anni, a partire dal 2020/2021, stagione da cui ci si aspetta la graduale ripresa per tornare ai livelli di fatturato pre-crisi, saranno fondamentali per questo settore.La trasformazione digitale intesa come uso dell’innovazione e della tecnologia digitale in tutte le aree di un’azienda rappresenta un cambiamento culturale che richiede alle organizzazioni di sfidare continuamente lo status quo che le spinge a sperimentare e a confrontarsi. Ciò significa abbandonare i vecchi processi aziendali su cui le aziende sono state costruite a favore di pratiche più veloci e nuove.

Il 2021 è appena iniziato,è stata avviata una massiccia campagna di vaccinazione,ma il tempo per ritornare alla normalità e circolare liberamente è ancora lontano, è importante dunque in questo periodo non mollare e i manager dell’industria del tessile lo sanno e non stanno certo fermi a guardare. E’ adesso che occorre riprendere piena coscienza del vero significato del Made in Italy: tornare alle origini del savoir faire artigianale, del bello fatto bene, prendersi una pausa dai ritmi incessanti del fast fashion, o quantomeno rallentare – e tornare a fare sentire i propri clienti “esclusivi”

Presenza online e strategia digitale consolidate, collezioni fluide, focus sul valore intrinseco del prodotto e investimenti sulla sostenibilità a livello di intera filiera, queste le priorità per il nuovo anno appena entrato

Alcuni brand della moda si sono presentati a inizio 2020 meglio preparati di altri per affrontare l’inaspettata emergenza Covid. Per tutti gli altri, la capacità di adattamento si rivelerà, oggi più che mai, indispensabile per superare la crisi.

Ma è necessario che mentre le aziende cercano un equilibrio tra nuove priorità e sfide di sistema , i leader dei governi devono agire subito per affrontare i problemi più immediati di resilienza dei sistemi, per gettare le fondamenta per il futuro,solo così lavorando insieme è possibile superare questo difficile periodo.

Non restare indietro perchè il tempo non si ferma,non aspetta...punta sull'innovazione della tua azienda.Visita il nostro sito Makersvalley

 

strategic-plan-graphs-business-marketing-goals-con-P8KLT5K-1

Scopri di più

Digitalizzazione e innovazione per non soccombere.

Rilancia il tuo business post-Covid

Commenti

Distretti Calzaturieri Italiani: Quali sono?

Distretti Calzaturieri Italiani: Quali sono?

Come Fare un'Analisi PESTEL

Come Fare un'Analisi PESTEL

8 Step per Fare un Business Plan per la tua Impresa

8 Step per Fare un Business Plan per la tua Impresa

Perché il Social Media Marketing per Aziende B2B è Importante

Perché il Social Media Marketing per Aziende B2B è Importante

Resto al Sud: Come Creare il Business Plan

Resto al Sud: Come Creare il Business Plan

3 Elementi Fondamentali di Strategie di Web Marketing per Imprese Manifatturiere

3 Elementi Fondamentali di Strategie di Web Marketing per Imprese Manifatturiere

Il Distretto Tessile dei Trulli: Martina Franca e L'Eccellenza del Capospalla

Il Distretto Tessile dei Trulli: Martina Franca e L'Eccellenza del Capospalla

Codice Ateco: Che cos'è e a cosa serve?

Codice Ateco: Che cos'è e a cosa serve?

7 Bandi da non Perdere:  Finanziamenti e Agevolazioni nel Settore Manifatturiero | MakersValley Blog

7 Bandi da non Perdere:  Finanziamenti e Agevolazioni nel Settore Manifatturiero

Le Rifiniture Interne di un Capo: Quali Scegliere

Le Rifiniture Interne di Un Capo: Quali Scegliere

Diventa parte della nostra comunità di Produttori Italiani

Registrati