I Rivetti dei Jeans : A Cosa Servono

I Rivetti dei Jeans : A Cosa Servono
Anna Brancaccio

Anna Brancaccio

E' risaputo che gli accessori sono quelli che definiscono un capo di abbigliamento e per accessorio si intende un qualsiasi oggetto che abbia lo scopo di decorare il vestito, questo può essere un particolare bottone , una zip di una certa importanza, un ornamento in metallo, una spilla. L'accessorio moda possiamo definirlo come il particolare che fa la differenza.

Uno dei capi maggiormente richiesti dai clienti  divenuto ormai  un Must Have dei nostri outfit è il Jeans. Questo iconico capo presenta davvero tanti accessori e negli ultimi anni corre veloce la tendenza di  personalizzarlo proprio negli accessori.

Il jeans infatti è uno degli indumenti più comuni, utilizzato sia da maschi che femmine. Ma cosa rende in realtà così unico il jeans? Ebbene si! Gli accessori!

Dopo aver parlato più volte  sul perché il jeans sia diventato  un capo iconico (leggi qui il nostro blog), in questo articolo parleremo degli accessori.

Rivetto per Jeans

Ci concentreremo sull' accessorio più piccolo che possiamo trovare in un jeans: il suo nome tecnico è “Rivetto” anche se tutti li conoscono come i bottoncini dei jeans.
Ma che cos’è il rivetto?

Molti non li notano neanche, eppure la loro funzione è fondamentale , infatti senza  i rivetti  il jeans non sarebbe il Jeans.

A cosa servono i rivetti e come sono fatti?

I rivetti, principalmente piazzati sulle tasche dei jeans, sono piccoli elementi di metallo che servono per fissare, permettendo di dare resistenza ad esse evitando così che il tessuto si logori e si strappi facilmente in modo da durare più a lungo. Sono supporti di fissaggio, forati nel mezzo e a foggia di occhiello. Ma questa idea non è nata da un giorno all’altro ma da un esigenza.

Come nascono i rivetti?

Bisogna però fare un annotazione, ovvero che i rivetti, non nascono come accessorio prettamente di moda. Infatti si tratta di uno accessorio che viene utilizzato da chi esegue lavori manuali a livello professionale. Questi rivetti fissano  due cose insieme permettendo al fissaggio di essere più  resistente rispetto a quello che si ottiene dalle viti. 

L’introduzione del rivetto nacque grazie a Jacob Davis, nel 1871, il noto sarto si lasciò suggerire dalla moglie di un operaio; la donna  aveva  notato che i pantaloni necessitavano di sostenere alcuni punti strategici per far si che durassero più a lungo ma soprattutto che non si rompessero così facilmente. Così, suggerì a Jacob Davis di creare un paio di pantaloni su cui inserire questi rivetti.

Il motivo era perché il jeans all’epoca era solo un capo di abbigliamento esclusivamente utilizzato per il lavoro e veniva appunto indossato dagli operai che a causa del loro lavoro prettamente fisico, li laceravano e li bucavano rapidamente. 

La sua idea fu quindi quella di mettere dei piccoli rivetti in alcuni punti critici come, ad esempio, le tasche. Grazie a questa idea non passò molto tempo dall’accorgersi che  facendo così i pantaloni duravano davvero di più. Fu cosi che i rivetti entrarono come accessorio fisso nel confezionamento del jeans  diventando con il tempo non solo un effetto puramente estetico ma anche la chiave nella nascita del denim.

Il successo non tradò ad arrivare, in seguito il noto sarto cercò delle collaborazioni commerciali , è così che entra in scena un'altra Icona della moda del Denim :Levi Strauss, il famoso fondatore dell' azienda statunitense Levi’s . Levi's con Davis  ottennero il brevetto, tutto il resto è storia.

Se in passato, dunque, i jeans erano i tipici pantaloni degli operai, meccanici, contadini e muratori perché resistenti e facili da indossare, ora sono dei veri e propri capi glamour.

Ancora tutt’oggi nessun denim viene realizzato senza i rivetti che  continuano a rinforzare le parti più delicate dei nostri jeans, ma hanno cambiato il loro volto diventando accessori decorativi , con infinite variazioni per  regalare ad ogni pantalone un tocco diverso di stile.

Come personalizzare un rivetto

Come dicevamo inizialmente, anche se piccoli accessori non è detto che non ci sono diversi modi per personalizzarli, così come per i bottoni jeans puoi trovare:

  • Il rivetto con il logo personale o marchio dell’azienda;
  • Il rivetto con materiale personalizzato scelto dal cliente ( rame, zinco, acciaio, ottone);
  • il rivetto con finiture in metallo.

 

Rivetti nella ModaIn conclusione, possiamo confermare quindi che anche se un accessorio si presenta piccolo, non deve essere sottovalutato. Anzi, potrebbe essere invece quel punto di forza che può servire per differenziarsi dal mercato. 

 

makersvalley.it

Scopri la MakersValley

La MakersValley cerca produttori attenti a soddisfare le esigenze dei clienti, conosci la nostra piattaforma?

Registrati Ora

Commenti

Moda Hip Hop: Come Nasce

Moda Hip Hop: Come Nasce

Tendenze Moda: Il Poncho, l'Alternativa al Cappotto

Tendenze Moda: Il Poncho, l'Alternativa al Cappotto

Metti un Piumino Nella tua Vita: Scopri la Storia di Questo Capo di Abbigliamento

Metti un Piumino Nella tua Vita: Scopri la Storia di Questo Capo di Abbigliamento

Yuppies: Tra La Moda e Lo Stile di Vita

Yuppies: Tra La Moda e Lo Stile di Vita

Risvoltini Odio e Amore

Risvoltini Odio e Amore

Europei 2020 e PIL: Binomio Vincente per L'Italia

Europei 2020 e PIL: Binomio Vincente per L'Italia

Che Cos'è il Recovery Fund e Qual É Il Suo Ruolo nella Ripresa Economica Post-Covid | MakersValley Produttori

Recovery Fund e Ripresa Economica Post-Covid

L' Analisi SWOT: Che Cos'è e Perchè è Importante per un'Azienda

L' Analisi SWOT: Che Cos'è e Perchè è Importante per un'Azienda

Nuove Tendenze: La Moda Curvy | MakersValley Produttori Blog

Nuove Tendenze: La Moda Curvy

Diventa parte della nostra comunità di Produttori Italiani

Registrati