Come Ottimizzare L’utilizzo del Ferro da Stiro

Chi vuole lavorare nel mondo della moda sa bene che, anche se il tempo è prezioso, bisogna tener presente che per ottenere un lavoro di qualità non bisogna portare fretta.
Infatti per ottenere un lavoro impeccabile è impensabile non saper utilizzare quei strumenti di lavoro professionali i quali ci aiutano ad ottenere i migliori risultati e soprattutto risparmiare quel “tempo prezioso”.
Uno degli strumenti per “eccellenza” che se ben utilizzato è capace di fare miracoli, si tratta del ferro da stiro.

In questo articolo parleremo proprio di come uno strumento così apparentemente semplice possa in realtà essere un ottimo alleato quando si tratta di realizzare un qualsiasi capo di abbigliamento. Tra l’altro è da precisare che la stiratura è una delle fasi più importanti che determinano il vestito, e non solo otticamente!

Quando utilizzare il ferro da stiro durante un lavoro

Praticamente sempre! Infatti, durante la creazione del tuo capo di vestiario, lo stiro cammina di pari passo con la macchina per cucire tanto a volte, da superare il tempo che ci si impiega seduti a cucire. Ma come detto anche in precedenza, questo non significa che si tratti di un passaggio da non tenere in considerazione, anche quando si va di fretta.
Che si tratti di un orlo o altro, se lo si utilizza bene, lo stiro ci permetterà non solo di non imbastire ma neppure mettere gli spilli.



Come Ottimizzare L’utilizzo del Ferro da Stiro


Per antonomasia un ferro da stiro deve innanzitutto avere di base:

  • Una buona potenza per poter regolare la temperatura;
  • Capacità di regolare la quantità di vapore;
  • Se possibile anche una caldaia.

Passiamo adesso ad individuare alcuni strumenti utili associati al nostro ferro da stiro, facilmente reperibili.


Telo da stiratura

Il primo strumento utile, soprattutto quando ci si trova davanti un tessuto estremamente delicato, è il telo da stiratura. Utile avere diverse tipologie in base alle esigenze e soprattutto al tessuto in questione.
I più utilizzati sono solitamente:

  • Tela in cotone (es. calicot);
  • Tela grezza (utile per stirare i rinforzi); di fondamentale importanza perché permette di evitare soprattutto spiacevoli pezzettini di tessuto/rinforzi sulla vostra piazza del ferro difficilmente da rimuovere;
  • L’organza in seta, perfetto per la sua trasparenza!


Cuscino da sarto

Si tratta di un cuscinetto piccolo (in inglese si chiama tailor’s ham) che viene usato per stirare su parti non lineari ma curve come ad esempio le pince. Grazie alla sua forma questo cuscino permette di mantenere la curvatura di una determinata area evitando che si possa appiattire sull'asse da stiro e di conseguenza perdendo la forma naturale. Le forme che si trovano in commercio sono di diverso tipo, le più conosciute sono quella più stretta e allungata (utile soprattutto come stiramaniche).


Cuscino da Sarto

Clapper e point presser

Sono strumenti che servono per stirare parti difficili da raggiungere (come ad esempio angoli, colletti, ecc)



A Cosa Serve il Clapper e Point

Suola anti lucido in silicone

Universale per tutti i ferri, questo strumento consente innanzitutto di proteggere i tessuti delicati e stampati dal calore eccessivo ma è un salvavita anche perché aiuta ad evitare quell'effetto lucido che a volte otteniamo stirando. Inoltre aiuta a proteggere i tessuti con le stampe evitando che si brucino le applicazioni.

Conclusioni
Il ferro da stiro è un ottimo alleato per la confezione di un capo che si rispetti, soprattutto perché serve a preservare quella qualità che un prodotto Made in Italy ha necessità di avere.
Infatti, dare importanza a questo strumento non riguarda solo il piccolo laboratorio artigianale ma comprende anche il processo di industrializzazione che nonostante la sua velocità non può farne a meno!

Sei un laboratorio che promuove la manifattura italiana? Sei alla ricerca di nuovi clienti esteri? Visita il nostro sito e chiedi informazioni su come portare la tua manodopera all'estero a costo zero!




Registrati ora

Commenti