Ballerine: Così Eleganti, Così Intramontabili

Antonella D'Eri Viesti

Antonella D'Eri Viesti

Le ballerine piacciono tantissimo alle donne.

Per molto tempo sono state denigrate e considerate scarpe poco “sexy”, con l’accusante di rendere tozza la figura di chi le indossa. Ma non c’è nulla di più falso.

Chi dice che una figura slanciata sia necessariamente sexy, ma soprattutto e fortunatamente, il mondo della moda ha sempre tenuto molto poco conto dei pregiudizi sociali legati ai capi di abbigliamento, facendo proposte assolutamente trasgressive e sempre fuori dagli schemi.

Le ballerine sono una delle calzature più amate e diffuse principalmente per due motivi:

-      Sono comode;

-      Sono facilmente abbinabili e versatili;

E per questa primavera – estate 2021 i produttori devono prestare un occhio di riguardo a queste scarpe, tra le più classiche e le più innovative del panorama della moda.

photo-1600088772663-a4405e3e42d6

Origine di un mito

Piacciano o no, le ballerine sono comunque un tipo di calzatura le cui origini sono fra le più lontane nel tempo e che hanno resistito per decenni, nonostante, come sappiamo molto bene, le tendenze della moda cambino continuamente.

Furono ideate nel 1930 da un calzolaio russo, Jacob Bloch, che si lasciò ispirare dalle tradizionali calzature delle danzatrici. La figura di una ballerina, in Russia poi, dove la danza ha molta presa ed è molto diffusa tra i giovanissimi, riporta alla mente sempre un concetto di estrema eleganza e leggiadria. Così Bloch pensò che anche le donne “normali”, che vivevano il loro quotidiano, avrebbero potuto farlo con la stessa raffinatezza di una ballerina su un palcoscenico di un teatro. Il primo paio di ballerine prodotte dal maestro Bloch, furono però realizzate a Londra, su commissione, e da lì cominciarono a diffondersi in tutto il mondo. La vera esplosione, però, si ebbe solo negli anni Cinquanta, quando attrici del cinema come Brigitte Bardot e Audrey Hepburn iniziarono ad indossarle sia sui set dei loro film che nella vita quotidiana, abbinandole a degli abiti sempre più casual e comodi che, piano piano, liberavano le donne dalla schiavitù di dress code troppo antiquati. 

Audrey Hepburn in Vacanze romane e Cenerentola a Parigi, ne indossò un paio firmate da Salvatore Ferragamo. Un nome importante del Made in Italy per un paio di ballerine rimaste nella storia del nostro immaginario: semplicissime e di vernice nera, bellissime e che ancora oggi rimangono un grande classico da tenere sempre a portata di mano nell’armadio. 

le-ballerine-di-audrey-hepburn-938228

Da quel momento in poi, le ballerine non hanno mai smesso di stupirci, regalandoci ogni volta un’occasione per poterne indossare un paio. La forza di queste calzature, infatti, non sta solo nella comodità, come abbiamo detto prima, ma anche nella versatilità. Possono essere di tutti i tipi, di tutti i tessuti, con qualsiasi tipo di applicazione su e di rifinitura e possono adattarsi a un qualsivoglia outfit. Possiamo richiederle su misura, oppure trovarle nel negozio di abbigliamento dietro l’angolo. Comunque vada, non rimarremo mai senza un paio di ballerine e, soprattutto senza l’occasione di scovarne un paio o un modello di cui potevamo ignorare completamente l’esistenza.

Le ballerine più hot per la primavera – estate 2021

Ora vediamo quali sono i modelli di ballerine che più andranno nella prossima primavera - estate 2021:

  • Valentino propone le ballerine a punta, grande classico che non smette di sorprendere e che si propone con colori accesi e particolari forti come le borchie e le frange.
  • Dior, invece, punta su un modello più classico con punta tonda e nastri da legare alla caviglia. 
  • Simone Rocha tenta un design più audace con inserti metallici e intrecci affascinanti che riprendono il periodo vittoriano.
  • Gucci guarda alla bella stagione proponendo texture a fiori.
  • Furla in controtendenza propone le sue ballerine senza alcun dettaglio forte, in colori nude, che esaltano la forma stessa di chi le indossa.

Il caso di Ballerine mie Milano

photo-1521330784804-5f69f8a17b1d

Ballerine mie nasce a Milano dall’idea di due giovani ragazzi, Paolo e Chiara. Chiara ha un paio di ballerine da cui non riesce a separarsi, sono bucate e vecchie, ma sono comodissime e bellissime. Così a Paolo viene un’intuizione: creare solo ballerine, di qualità, totalmente Made in Italy. I due ragazzi si mettono in cerca dei migliori artigiani tra Pavia e Milano per produrre calzature di qualità che potessero durare nel tempo e che fossero comode e resistenti, ma al contempo ricercate ed eleganti. La consegna avviene direttamente a domicilio, così da abbattere i costi di distribuzione. E’ un caso di eccellenza del Made in Italy che guarda ad una nicchia di consumatori che vogliono un prodotto di alta qualità e che mantengono l’originalità. 

Il costo è competitivo, non certo quello che si trova sui prodotti della grande distribuzione, ma non affatto proibitivo e comunque adeguato con la manifattura e i materiali usati in fase di produzione; il design è molto accattivante, ma al contempo non rinuncia allo stile classico.

MakersValley apre le tue opportunità 

Vuoi produrre le tue ballerine? MakersValley è dalla tua parte. Se sei un designer o un produttore del Made in Italy, MakersValley ti offre l’opportunità di allargare il tuo business e di trovare una rete di sostegno alle tue produzioni.

Commenti

Startup Italiane di Successo: ACBC, Sneakers Sostenibili | MakersValley Produttori

Startup Italiane di Successo: ACBC Sneakers Sostenibili

Coco Chanel, 50 anni senza l'Icona della Moda

Coco Chanel, 50 anni senza l'Icona della Moda

Personalizzazione di un Brand: Una Storia di Successo Firmata MakersValley

Personalizzazione di un Brand: Una Storia di Successo Firmata MakersValley

Un nuovo Inizio per l’Imprenditoria Femminile

Un nuovo Inizio per l’Imprenditoria Femminile

Impresa Giovanile: Come diventare Imprenditori di successo

Impresa Giovanile: Come diventare Imprenditori di successo

Una Storia Di Successo: L'Imprenditore Che Non Si Arrende

Una Storia Di Successo: L'Imprenditore Che Non Si Arrende

ferragamo, moda, made in italy

Salvatore Ferragamo: La Storia e L'Ascesa del "Calzolaio Delle Stelle"

guccio gucci

Marchio Gucci: Una Storia Di Successo

Maurizio Marinella

Marinella: Tra Amore e Made in Italy

Diventa parte della nostra comunità di Produttori Italiani

Registrati